Pallavolo serie B1/F: “con questo carattere, nulla ci e’ precluso”: il commento di Francesca Borelli, centrale della Piccini Paolo San Giustino, dopo la bella vittoria nella gara contro l’Altino

È stata a suo modo la mattatrice della partita che la Piccini Paolo San Giustino ha meritatamente vinto per 3-1 contro la Di Carlo Altino. Con 19 punti e 9 muri vincenti, la centrale Francesca Borelli ha dimostrato di essere – nel suo ruolo – una fra le giocatrici in assoluto più forti del girone C di Serie B1, dando ragione in pieno a chi in estate l’ha voluta riportare in Italia dalla A svizzera. Specie nel secondo set, vinto dalla formazione di Marco Gobbini con un parziale davvero clamoroso (25-4), la 23enne di Terracina è stata implacabile, murando palloni su palloni e colpendo in fast, ma la sua prestazione ha incarnato quella dell’intera squadra, che ha offerto una prestazione inequivocabile contro un’avversaria fra le più quotate in assoluto, dimostrando di attraversare un momento di grazia dal punto di vista mentale prima ancora che fisico. A Francesca Borelli, scelta per la consueta intervista di metà settimana, il compito di commentare il successo di sabato scorso e di anticipare i contenuti della prossima partita, che vedrà la Piccini Paolo di scena a Montale Rangone. Quando avete capito che la sfida contro Altino era nelle vostre mani? “Se devo essere sincera, da inizio settimana – sottolinea la Borelli – perché fin dal primo allenamento siamo partite tutte caricate a dovere: sapevamo di dover affrontare un cliente forte e ostico, per cui nella nostra mente c’era già la consapevolezza di doversi cimentare in un’autentica battaglia”. La pericolosità della Orazi limitata al minimo, l’efficacia a muro, la ricezione e l’attacco: in che rapporto stanno i vostri meriti con i demeriti della compagine abruzzese? “Il nostro merito principale è stato quello di aver tenuto con costanza un livello alto di concentrazione, che poi si è riflesso sulla qualità del gioco. Mettiamoci poi anche il fattore campo: sta di fatto che loro, a un certo punto, hanno smesso di giocare, probabilmente anche a causa del nervosismo che le stava condizionando”. L’unica pecca è stata quella in cui siete incappate alla fine del terzo set: avanti per 23-19, siete state raggiunte e superate. In altri tempi, una rimonta del genere avrebbe potuto esercitare il suo contraccolpo dal punto di vista psicologico. E invece? “Abbiamo compiuto un passo avanti, nel senso che non ci siamo scomposte: una volta ripresa fiducia dopo l’iniziale break di Altino in avvio di quarto set, al momento giusto abbiamo operato l’allungo che ci ha consentito di chiudere il match. Ciò significa che siamo cresciute nell’atteggiamento da tenere”. Cosa vi è successo quindi nel frangente in cui siete state rimontate? “Niente di particolare: non siamo riuscite a esprimerci come sappiamo fare e anche quell’ace nella zona di conflitto ha esercitato il suo peso”. Francesca Borelli ricorda un simile scout personale? “E’ accaduto in passato che arrivassi a sfiorare i 19 punti di sabato, ma non a piazzare con successo 9 muri. Diciamo quindi che contro Altino ho raggiunto il top numerico”. Sabato prossimo, delicata trasferta a Montale Rangone, ma adesso verrebbe da dire che questa Piccini Paolo è capace di tutto. “Se metteremo in campo lo stesso spirito di sabato scorso, nulla ci sarà precluso. L’importante, per noi, è non cambiare l’approccio con le partite: dobbiamo scendere in campo determinate e allo stesso tempo tranquille per imporre il gioco che sappiamo fare, indipendentemente dalla nostra classifica e da quella dell’avversaria che si ha davanti. Questo è il segreto che ci potrà portare lontano”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.