Pallavolo serie B1/F: “Siamo cresciute a livello di atteggiamento e questo si traduce poi nei risutati”: l’opinione di Nayma Galetti, libero della Piccini Paolo spa

galetti riscaldamentoAnche a Moie non si è smentita: 85% in ricezione e 54% in quella perfetta. Sulla validità di Nayma Galetti, il libero che ha salutato dopo 13 anni il San Lazzaro di Savena per venire alla Piccini Paolo spa San Giustino, non c’erano dubbi: in questo ruolo è una fra le migliori interpreti in assoluto e il campo lo sta dimostrando, non dimenticando anche il suo apporto in difesa. Alla 27enne atleta bolognese è affidato il commento di metà settimana, quello che chiude la coppiola esterna molto proficua della squadra di Marco Gobbini, tornata a casa con due ineccepibili 3-0 che hanno fatto salire Tosti e compagne a quota 10 in classifica. Poco importa che queste vittorie siano maturate a spese delle ultime del lotto, ancora ferme al palo: “Il dato saliente – spiega la Galetti – è che siamo cresciute a livello di atteggiamento, sia durante la settimana che nelle amichevoli. Ciò si traduce poi in un maggiore rendimento nella partita che conta. Poi, 3M Perugia e Moie saranno anche le “cenerentole” del girone, ma non ci dimentichiamo che per noi erano pur sempre due gare in trasferta. Diciamo allora che siamo state brave nel rispettare le direttive impartite dal nostro allenatore e nel non smarrire mai la concentrazione”. Come in un certo senso dimostra anche il fatto che se contro il Cesena, dopo vinto il primo set, vi eravate un tantino “sedute”, stavolta avete affondato i colpi con maggiore decisione. “Diciamo che nel secondo set prendiamo adesso ulteriore consapevolezza delle nostre capacità”. Facendo un paragone con le stagioni passate, come giudichi sul piano tecnico il girone C di quest’anno della B1? “Premetto che ancora non ho visto all’opera Altino, anche se la smobilitazione avvenuta a San Lazzaro di Savena, dove io ho giocato e vinto in maggio la B1, ha un tantino abbassato il livello, perché il gruppo si è sciolto e le destinazioni delle singole si sono “spalmate” un po’ ovunque. Credo che il top sia stato toccato due stagioni fa, quando c’erano Orvieto, la Teodora e l’Olimpia Ravenna e Perugia, che adesso sono in A2; noi, con la squadra che ha poi trionfato, eravamo sotto di loro”. La formazione che vedi favorita per il salto di categoria? “Fra quelle affrontate, dico ovviamente Cesena: ha un organico oramai affiatato e completo, ma attenzione a Montale Rangone, perché possiede delle individualità di tutto rispetto”. Sabato prossimo si torna al PalaVolley per affrontare la Conero Eurosped Numana Blu Ancona e poi nuova trasferta a Quarrata: saranno le partite della riprova per la Piccini Paolo? “Ogni avversaria ha pari dignità, per cui non deve essere sottovalutata, ma è chiaro che vale anche per le altre nei nostri confronti, quindi dico: rispetto sì, timore no”. Dove può arrivare San Giustino in questo campionato? “Finchè non avrò visto tutte le altre compagini, farò fatica ad esprimermi. Abbiamo comunque le credenziali per stare in alto e con la giusta continuità di rendimento ci possiamo rimanere”. Come ti sei ambientata a San Giustino? “Direi bene: per me si tratta della prima annata lontano da casa e anche questa è un’esperienza di vita che ti fa crescere. Peraltro, si mangia anche bene… ”. E se lo dice una bolognese, vuol dire che è vero. “Noi propendiamo di più verso la pasta, qui semmai verso la carne, ma a bontà ci somigliamo molto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.