“Contro il Castelfranco di Sotto una risposta convincente, ma dobbiamo ancora migliorare in difesa”, dice la centrale Francesca Borelli della Piccini Paolo spa. La squadra presentata sabato scorso a Sansepolcro

borelli in battutaDeterminata in campo, sorridente e cordiale fuori. Si sta rivelando un ottimo acquisto Francesca Borelli, la centrale di Terracina che dopo la A2 a Cisterna di Latina e la massima serie a Lugano, in Svizzera, è approdata a San Giustino per indossare la maglia della Piccini Paolo spa in B1. I suoi centimetri sono una garanzia a muro e il colpo in attacco non le manca. Nel 3-0 di sabato scorso alla Videomusic Castelfranco di Sotto, c’è un bel contributo anche da parte sua. Una vittoria netta, anche se nel primo e nel terzo set la squadra ha dovuto recuperare situazioni di svantaggio, dimostrando quindi di tirar fuori il carattere al momento giusto. “Dopo la sconfitta di Capannori – dice la Borelli – era importante vincere e fornire insieme una prestazione convincente nella partita dell’esordio casalingo. Direi allora che ci siamo riuscite: se nel primo set siamo state condizionate da un minimo di tensione, poi ci siamo sciolte, nel terzo avevamo un tantino allentato, pensando magari in anticipo di aver messo le mani sulla partita. Le nostre avversarie ci hanno fatto capire che non era così e a quel punto abbiamo di nuovo spinto per andare a prenderci il successo”. Cosa ha funzionato e cosa deve ancora funzionare meglio? “Rispondo adesso alla seconda parte della domanda: in difesa non siamo andate male, ma dobbiamo continuare a lavorare tanto per migliorare. Per ciò che riguarda gli aspetti positivi, siamo andate bene in ricezione, come testimoniano le percentuali e questo ha poi giovato di conseguenza all’attacco, che è stato più efficace. Anche sui contrattacchi, comunque, abbiamo avuto qualcosa in più”. Una iniezione di fiducia importante, oltre che una partenza con il piede giusto fra le mura di casa. Soddisfatta della prestazione personale? “Diciamo che, alla luce di quanto visto a Capannori, anch’io avevo solo da fare meglio. Mi sono affidata alle mie armi preferite, muro e fast, con le quali sono andata a segno”. L’intesa con la palleggiatrice Benedetta Giordano? “Più lavoriamo e più si perfezionerà”. E domenica prossima, altro difficile esame in quel di Empoli; si può parlare già di test di riprova per valutare la consistenza tecnica della Piccini Paolo? “Sarà indubbiamente una gara indicativa, se pensiamo che loro si sono rafforzate con la Kosareva a lato, la Buggiani opposto e la Lavorenti in regia, che voi conoscete bene perché due anni fa era qui a San Giustino. In più, l’Empoli proviene dallo 0-3 incassato a Cesena, è una compagine ambiziosa e quindi ce la metterà tutta per cancellare questo ko. Tutto si può dire, meno che sarà una passeggiata”. Da due mesi vivi praticamente a San Giustino. Come ti sei ambientata in una zona che tu fino a poco tempo fa non conoscevi? “Bene: è una realtà tranquilla, dove tutto è a portata di mano. Siamo un gruppo unito e abbiamo la fortuna di lavorare in un impianto nel quale non manca proprio nulla”.

 

PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA – Nella mattinata di sabato 20 ottobre, quindi poche ore prima della partita contro il Castelfranco di Sotto, la squadra della Piccini Paolo spa è stata ufficialmente presentata nella sala consiliare di Palazzo delle Laudi a Sansepolcro, città nella quale ha sede lo sponsor. C’erano il sindaco Mauro Cornioli e l’assessore delegato allo sport, Lorenzo Moretti, che hanno formulato il classico “in bocca al lupo” alla società e alla formazione di Marco Gobbini. Per l’azienda main sponsor di questa stagione, erano presenti la titolare Antonella Piccini e Stefano Chiasserini. La signora Antonella ha sottolineato con piacere come il rapporto da tempo esistente con il sodalizio della pallavolo femminile si sia ulteriormente cementato con l’apposizione del logo sulle maglie delle giocatrici. Il presidente del comitato provinciale di Perugia della Fipav, Luigi Tardioli, ha portato il saluto del numero uno regionale, Giuseppe Lomurno (assente giustificato in questa circostanza) e, nell’elogiare l’operato di San Giustino che tiene alto il nome dell’Umbria in B1, ha garantito l’impegno per far sì che in primavera la Nazionale femminile, vicecampione del mondo, possa fare tappa in Alta Valle del Tevere. Una volta liberatosi dagli impegni istituzionali, anche il sindaco di San Giustino, Paolo Fratini, ha raggiunto la vicina Sansepolcro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.