Piccini Paolo SPA. Al palavolley, buona la prima. Bella vittoria contro Castelfranco di Sotto

PICCINI PAOLO SPA SAN GIUSTINO – VIDEOMUSIC FGL CASTELFRANCO DI SOTTO  3-0

(25-22, 25-15, 25-23)

 

PICCINI PAOLO SPA: Borelli 11, Galetti (L) ricez. 89%, Mearini 13, Silotto 4, Tosti 11, Mezzasoma 19, Giordano 3. Non entrate: Betti, La. Leonardi, Romani. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.

VIDEOMUSIC CASTELFRANCO DI SOTTO: Ristori Tomberli 7, Martone 2, Tamburini (L1) ricez. 82%, Colzi 18, Lippi 3, Andreotti, Torrini 2, De Bellis 11, Scandella 1, Mannucci. Non entrate: Giardi, Tesi (L2). All. Alessandro Menicucci e Nicola Ficini.

Arbitri: Andrea Bonomo e Paolo Benigni di Roma.

 

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 3, ace 3, muri 9, ricezione 75% (perfetta 39%), attacco 37%, errori 15.

CASTELFRANCO DI SOTTO: battute sbagliate 2, ace 3, muri 5, ricezione 68% (perfetta 32%), attacco 27%, errori 15. 

 

Durata set: 27’, 22’ e 29’, per un totale di un’ora e 18’.

 

 

SAN GIUSTINO – Pronto riscatto della Piccini Paolo spa, che nella partita di esordio davanti al pubblico amico del PalaVolley di San Giustino supera per 3-0 la sempre ostica Videomusic Castelfranco di Sotto. Una vittoria senza dubbio meritata per la formazione di Marco Gobbini, grazie al maggior ordine dimostrato in ricezione e in difesa, che si è poi tradotto in una migliore efficacia in attacco e in una percentuale più alta nei contrattacchi. Tosti e compagne, inizialmente un po’ contratte, si sono progressivamente sciolte, recuperando l’iniziale svantaggio nel primo set, dominando il secondo e rimontando di nuovo nel terzo al cospetto di un’avversaria nella quale la centrale Alessandra Colzi è stata in assoluto la pedina più pericolosa con 18 punti messi a segno. Sul versante sangiustinese, Elisa Mezzasoma raggiunge quota 19, ma anche Valentina Mearini, Silvia Tosti e la positiva Francesca Borelli concludono in doppia cifra di realizzazione.

 

Alessandro Menicucci, coach delle pisane, schiera in avvio la diagonale Lippi-Scandella, con la coppia Andreotti-Colzi al centro, la De Bellis e la Ristori Tomberli a lato e la Tamburini libero. Gobbini risponde con Giordano in regia, Mezzasoma opposto, Mearini e Borelli al centro, Tosti e Silotto alla banda e Galetti libero. Il break d’acchito della Piccini Paolo (un 4-2 determinato dall’imprecisione delle ospiti) è neutralizzato a muro dalla Videomusic, che ribalta la situazione e arriva fino all’11-7 in suo favore dopo gli errori in schiacciata della Silotto e della Mezzasoma, ma la controreplica è immediata, anche perché capitan Tosti comincia a piazzare i colpi e sua è la firma sul diagonale vincente che produce il sorpasso sul 13-12. Le toscane sono trascinate da una Colzi alquanto pungente in fast e in primo tempo, alla pari tuttavia della Borelli, che alza il muro nel momento decisivo; la Martone prende il posto della Andreotti nel Castelfranco e da una miracolosa difesa di piede della Mezzasoma (capace di fare anche questo) parte l’azione che la Silotto concretizza con il punto del 17-15, anche se le avversarie non mollano e rimettono il naso avanti sul 19-18 con uno slash della Colzi, poi la Mearini, la Mezzasoma e la Borelli con una fast e con un tocco a rete su una ricezione lunga orientano definitivamente l’ago della bilancia dalla parte di San Giustino, che chiude sul 25-22 e vince il suo primo set stagionale.

 

Sulle ali dell’1-0 acquisito, la partenza della Piccini Paolo nella seconda frazione è devastante: ace della Giordano e conclusioni della Mezzasoma per un netto 7-0 in apertura, che condiziona fin da quel momento l’esito finale. Il Castelfranco (che conferma al centro la Martone) si avvicina in un frangente a -4 sull’11-7, ma la lineare organizzazione di gioco delle padrone di casa – dalle spizzicate del muro alla difesa, sempre attenta sulle diagonali – permette di riallungare in maniera decisiva già a metà cammino, con la Tosti che continua a pizzicare e la Colzi che cerca in tutti i modi di tenere in piedi la Videomusic. Quando la sua squadra è sotto di 8 (12-19), Menicucci spedisce in campo la Torrini e la Mannucci, che non cambiano la sostanza delle cose: San Giustino è regolare sui fondamentali e va sul 2-0 con un netto 25-15; l’ultimo punto è della Mearini a muro sulla Colzi.

 

All’inizio del terzo set, novità nella formazione di Castelfranco: torna al centro la Andreotti e la Torrini è preferita alla Scandella. Ace della Lippi per il 5-3, successivo diagonale della De Bellis (che si è accesa a sprazzi) e fast a rete della Borelli per un 7-3 che dà la sensazione di voler se non altro cambiare la musica del match. Ed è qui che emerge il carattere della Piccini Paolo, pronta a dimezzare in breve tempo lo svantaggio facendo leva sulla pazienza e sulle performance offensive di Silvia Tosti: suo il muro del 10 pari e sue le diagonali con mani fuori che fanno ripartire la compagine locale, alle quali si aggiungono le fast della Borelli, che portano la situazione sul 18-15. È fatta? No, perché Castelfranco spara le ultime cartucce a disposizione: una ace della Ristori Tomberli e una invasione della Mezzasoma su una palla troppo attaccata alla rete restituiscono le speranze ad Andreotti e compagne, che passano a condurre per 21-20. La Tosti e i muri implacabili della Borelli ribaltano ancora (23-21), per quanto un errore in diagonale della Mezzasoma rimetta in discussione il tutto. È però lo stesso opposto ad apporre il sigillo sul 24esimo posto con un preciso pallonetto: il resto è opera della Tosti, con il diagonale del 25-23 che significa vittoria per 3-0 e primi 3 punti in classifica.

Marco Gobbini elogia la prestazione del gruppo: “Dovevamo cancellare la serata non positiva di Capannori – dice il tecnico della Piccini Paolo – e ci siamo riusciti, conquistando una vittoria che fa classifica e morale. Un po’ di impasse iniziale, poi le ragazze si sono espresse alla loro maniera e sono contento soprattutto della prestazione in difesa, perché in settimana avevamo lavorato molto su questo versante. Nel terzo set, abbiamo rischiato di perdere per la frenesia di voler chiudere l’incontro ed è per questo motivo che dico alla squadra di insistere con il proprio gioco in ogni frangente, al di là del risultato che può maturare, ma mi sembra che i fatti ci abbiano dato ragione”. giordano-palleggio-castelfranco.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.