Piccini Paolo SPA: la sconfitta di Capannori, nelle parole del capitano, Silvia Tosti

Il primo set perso ai vantaggi dopo aver avuto in mano la vittoria, poi il dominio del Capannori negli altri due. La stagione 2018/2019 per la Piccini Paolo spa San Giustino è iniziata con una sconfitta secca (0-3) nel punteggio, che conferma il trend della scorsa annata lontano dal PalaVolley. Al capitano della squadra, Silvia Tosti, il compito di commentare questo passo falso di inizio campionato. “Diciamo che la prima, come proverbialmente si usa dire, non conta – dichiara la Tosti – per cui la prendiamo con filosofia. Con i “se” e con i “ma” non si va da nessuna parte, ma credo che se ci fossimo aggiudicate il primo set oggi staremmo qui a parlare forse di un’altra partita. L’ace e il fallo di posizione al passivo sul filo di lana hanno ribaltato gli equilibri di un set che ci aveva viste fino a quel momento sempre davanti nel punteggio”. Perché l’esito di quella che in fondo era la frazione iniziale è riuscito poi a condizionare la vostra prestazione? “Perché le nostre avversarie hanno preso fiducia piena nei loro mezzi, peraltro sostenute da un gran pubblico, mentre noi abbiamo smarrito quelle certezze che avevamo”. Dove siete mancate? “In due fondamentali: la battuta, non efficace come avrebbe dovuto essere e la difesa, che ha fatto la differenza in favore del Capannori. Le loro giocatrici hanno “raccattato” proprio di tutto, al contrario di noi: quando un attacco arriva al 44% di realizzazione, vuol dire che dall’altra parte la difesa non ha fatto il suo. D’altronde, le amichevoli da noi vinte anche contro formazioni di categoria ci avevano trasmesso fiducia (il che è importante), però l’esito del primo set ci ha messo all’improvviso davanti a una realtà più dura. Forse in precampionato avremmo dovuto incassare una batosta per essere più temprate anche verso questo tipo di situazioni”. Tempra che a questo punto dovrà arrivare per forza, dal momento che sabato prossimo esordirete fra le mura amiche contro la Videomusic Castelfranco di Sotto, compagine molto ostica. “Sì, stiamo vivendo una settimana con in corpo quella rabbia agonistica che dovremo sfogare in partita. Vincere diventa già ora fondamentale, perché poi saremo attese da due partite ad alto coefficiente di difficoltà: quella in trasferta a Empoli e quella casalinga contro il forte Cesena. Battere il Castelfranco ci consentirà quindi, oltre che di conquistare i primi punti stagionali, anche di presentarci agli appuntamenti successivi con una fiducia ritrovata”.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.